EN 358

La norma EN 358 include e descrive i requisiti, le prove, la marcatura e le informazioni che il fabbricante è tenuto a fornire sulle cinture di sicurezza e i cordini dedicati al posizionamento sul lavoro o alla trattenuta degli operatori durante le operazioni in quota. Si tratta di dispositivi essenziali, che limitano i movimenti orizzontali dell’utente prevenendo il rischio di caduta dall’alto.
Cosa disciplina la norma EN 358: ambito di applicazione e requisiti
La norma EN 358 si applica alle cinture e ai cordini destinati al posizionamento sul lavoro e alla trattenuta degli operatori. Essa definisce i requisiti specifici, le prove, la marcatura e le informazioni che devono essere fornite dal fabbricante. È importante notare che questa norma non include i cordini di trattenuta con lunghezza fissa non integrati in una cintura, che sono invece trattati dalla EN 354.

I dispositivi coperti dalla EN 358 sono progettati per collegare una cintura ad un punto di ancoraggio o ad una struttura, fornendo un mezzo di supporto. Non sono destinati all’arresto delle cadute, ma piuttosto a limitare il movimento orizzontale dell’utilizzatore, impedendo il raggiungimento di posizioni a rischio di caduta dall’alto. Infatti, devono essere impiegati su superfici piane, o con una pendenza minore a 15°, dove si prevede di agire in condizioni di trattenuta.

. . . >>>
Show Filters

Showing all 3 results

Showing all 3 results